Link di navigazione
 OM Di Tutto

OM Di Tutto

 Gestito da:
 Orologi, Fotografia, Libri, Stilografiche, Vini di Pregio, Informatica, Vinile, Strumenti, Sigari, Quadri, Arredamento, Scacchi, Batterie, Fumetti, Topolini, Diabolik, Uomo Mascherato, Classici Walt Disney, Tex.
Statistiche

Ricerca del Negozio

Categorie del Negozio

Pagine del Negozio

  • Il libro dei Powerselle​r
Circuito Negozi HQ
Circuito Negozi HQ - High Quality
Documento senza titolo

(la versione E-book è in vendita QUA)

http://www.sagifagi.com/powesellers/barra_libro.png

PREMESSA

  Questo libro non è un saggio su eBay, su come vendere o acquistare, non è un manuale di comportamento indirizzato a chi non ne conosca regole e meccanismi, spesso complicati, misteriosi, farraginosi.

  Chi non ha mai comprato o venduto non troverà qui una panacea per risolvere i suoi dubbi o per addentrarsi meglio nei meandri di un’enorme piattaforma di vendita o di acquisto.

  Al contrario, attraverso le dirette testimonianze di chi vive o ha vissuto giornalmente gioie e dolori, di chi lavora con eBay, il lettore vi può scoprire curiosità e riflessioni.

  E si possono leggere le dirette testimonianze di numerosi venditori di eBay, per la maggior parte Power Seller, quindi di chi conosce meglio e vivono con maggior intensità la vita della piattaforma attraverso esperienze importanti e un lavoro continuo.

  A volte gli argomenti sono ripetuti, è vero, ma ognuno visto da un’esperienza prettamente personale. Per questo motivo i curatori hanno cercato di non intervenire su quanto scritto dagli autori che hanno postato le loro testimonianze di eBayer e di cui si sono assunti direttamente la responsabilità.

  Giuseppe 'Pineron' Arona 

http://www.sagifagi.com/powesellers/libro.jpg

POSTFAZIONE

Cosa hanno in comune tutti questi PowerSeller?
Non l’età, visto che si va da giovinetti a pensionati.
Non la locazione geografica: quasi tutte le regioni dello Stivale son coperte.
Non le esperienze professionali pregresse: si passa da dirigenti d’azienda a studenti universitari.  
E nemmeno le abilità o competenze informatiche: spaziamo attraverso tutti i gradi di abilità o “padronanza del mezzo”.

Eppure… Perché tutte queste storie sembran così uguali, sia pur così diverse?
Si potrebbe pensare che incarnino il “Grande Sogno Italiano”, che a differenza da quello americano, non prescrive che “tutti possano arricchirsi o diventare Presidente degli Stati Uniti d’America”, quanto che tutti gli italiani possano “farcela” spesso con pochi e scarsi mezzi a disposizione, sostituendo con l’ingegno e l’”arte di arrangiarsi”, la carenza di mezzi ed investimenti. 

Io penso che tutti questi PowerSeller abbiano in comune l’intima soddisfazione che si riassume con la frase:  “Hai visto che ce la potevo fare anch’io, nonostante tutto…” E ne hanno ben donde! Perché la soddisfazione di poter vedere che la nostra attività ha un successo tangibile, non ce la può togliere nessuno!

Penso anche che in tutti noi siano rimasti, affogati nel nostro DNA sociale, i resti delle esperienze comunali pre-rinascimentali. Ovvero la possibilità, mediante il mercanteggio, spesso battendo mercati nuovi e vergini (valga per tutti l’esempio di Marco Polo) di creare non solo realtà imprenditoriali, ma anche nuove ed originalissime forme di supporto al commercio (cambiali, assegni, banche, borse etc. etc.) sino poi ad associarsi e addirittura svincolarsi dall’egida di monarchi ed imperatori, mantenendo così a lungo una certa qual autonomia.
Valga per tutti l’esempio delle Repubbliche di Venezia o Genova. Ed il fenomeno dei Comuni non fu, va aggiunto per dovere di cronaca, solo un episodio tipicamente italiano, ma presente per tutta l’Europa del tempo. In Italia fu più massificato e durò più a lungo.

Ed anche qua, come in un immenso laboratorio sociologico economico sperimentale, mettendo a disposizione agli eredi dei “mercatanti” dell’epoca, un nuovo e rivoluzionario mezzo,quale quello della rete Internet, vediamo che piano piano prorompono le stesse dinamiche; magari in seguito porteranno ad evoluzioni analoghe.

Si verificano le medesime dinamiche, siano esse di sperimentazione e scoperta di nuovi metodi o mezzi oppure consociativistiche; perché come all’epoca da soli non si va da nessuna parte e spesso necessitiamo di doverci associare per poter fronteggiare tutte quelle problematiche che fioccano da tutte le parti.
Anche adesso, per certi versi, i mercato sulla rete è abbastanza libero. In molti casi molto è ancora da normare, focalizzare, puntualizzare ed inventare.

Ad esempio, tutte le normative atte a impedire il commercio abusivo, hanno come presupposto la locazione fisica. A nessuno poteva venir in mente che chicchessia potesse, senza muoversi dacasa propria, impiantare un commercio anche sostanzioso, senza per questo intralciare il suolo pubblico, senza aver negozi con vetrine e magazzino, nonostante ciò il tutto alla luce del sole, facilmente visibile e verificabile da chicchessia.

Con questo non vogliamo assolutamente far baluginare il dubbio o il sospetto che i nostri PowerSeller evadano le leggi vigenti, soprattutto quelle fiscali.
Tutt’altro! Infatti una certa qual nota comune è quella di richiedere un intervento atto a ridurre gli abusi oppure a normalizzare il mercato.
Esattamente come all’epoca medioevale si potevano recriminare la mancanza di strade ed infrastrutture, oppure l’eliminazione di fenomeni di brigantaggio. 

A nessuno di noi interessa far come dal titolo del film di Woody Allen, ovvero: “Prendi i soldi e scappa”.A tutti noi interessa molto di più “rimanere” su eBay, che tirare una fregatura per un pugno di spiccioli. Non possiamo prevedere ora che evoluzione avranno queste singole storie. Però speriamo che, man mano, saremo in condizione di poter continuare a raccontare le nostre esperienze, utili magari a chiarire le idee su di una nuova realtà in continua espansione.

  Maurizio “OM” Ongaro

(la versione E-book è in vendita QUA)